Project Description

APPALTI PUBBLICI

LA PASSEGGIATA DI DIANO

Un progetto lungo 1,2 Km

Il 2020 si è aperto con una grande sfida, che ci ha visti impegnati in un cantiere di 1,2 Km.

Il nostro obiettivo era rendere unico il lungomare di Diano Marina, riqualificando la passeggiata giusto in tempo per la stagione estiva. Nel corso di 6 mesi avremmo dovuto terminare la sostituzione della pavimentazione e dell’arredo urbano e occuparci di tutti i sottoservizi, tra cui l’illuminazione pubblica, l’acqua e gli scarichi. Già durante la fase di analisi abbiamo capito che sarebbe stato un progetto importante, ma dopo la vittoria della gara di appalto siamo partiti forti e determinati come non mai.

0m
Lunghezza
del cantiere
0
Persone coinvolte
nel progetto
0kg
di materiali
rimossi

Il cantiere è il luogo in cui i progetti prendono vita e il nostro lavoro diventa tangibile, ma tutto ha origine dai nostri uffici.

Non abbiamo spostato nemmeno un granello di sabbia prima di aver studiato, pianificato e progettato ogni singola fase di lavoro. Solo così siamo stati in grado di tenere sotto controllo le variabili e le forze coinvolte, gestendo anche problemi e imprevisti. Il nostro centro nevralgico sono l’ufficio tecnico interno, l’ufficio tecnico esterno e l’ufficio gare, che hanno lavorato sempre in perfetta sinergia. Il capo cantiere e il responsabile del personale hanno gestito sul campo il cantiere e gli operai, collaborando con il supervisore delle commesse e l’ufficio acquisti per coordinare materiali e tempistiche.

È stato proprio il nostro metodo di lavoro a permetterci di fronteggiare le varianti progettuali introdotte in corso d’opera e l’improvvisa pandemia di Covid-19.

Non è stato un cantiere semplice. Il lockdown ci ha colti impreparati, come tutti. Abbiamo dovuto interrompere i lavori per alcuni mesi e ci sono stati ritardi sulle consegne dei materiali. Ma non ci siamo scoraggiati e abbiamo cercato la migliore soluzione per ripartire, limitando al minimo ritardi e disagi. Abbiamo potuto riprendere le attività dopo il lockdown, terminando una prima fase di lavoro a inizio agosto e liberando le aree per dare finalmente respiro alla stagione balneare e a tutti gli esercenti che risentivano da mesi della presenza dei mezzi pesanti.

Quando ti metti alla prova con sfide di questo genere, capisci l’importanza e il vero valore dell’azienda e del metodo sviluppato negli anni.

Mai come in questo progetto abbiamo potuto mettere alla prova il nostro metodo AGORA. Ci ha permesso di risolvere imprevisti e sfide inaspettate, in modo da rispondere prontamente a ogni cambiamento e tramutare i problemi in opportunità. I legami con i nostri partner si sono fortificati, così come i rapporti interni. Dopo i timori iniziali, siamo usciti da questo cantiere più forti e consapevoli, rispettando il cronoprogramma e consegnando al comune di Diano Marina un meraviglioso spazio completamente trasformato.